Post in evidenza

Obiettivo raggiunto!

Non mi sembra ancora vero e sono un po’ frastornata; proprio ieri in concomitanza dell’8 marzo il mio libro “Sulla cima del mondo” ha raggiunto le 200 copie preordinate. Questo significa che verrà editato dalla casa editrice Bookabook e pubblicato a novembre del 2021.

Ho dedicato questo traguardo importante a tutte le donne che mi hanno supportata.

Adesso la campagna di crowdfunding continua e il prossimo traguardo sarà alle 250 copie preordinate!

Essere turisti nella propria città


“Il lavoro dello scrittore consiste nel dar vita al banale, nel ridestare il lettore all’ eccezionalità dell’esistente”.


Natalie Goldberg nel suo manuale “Scrivere zen” ci insegna a guardare la nostra città con gli occhi che avrebbe un turista; ovvero di trovarci sempre qualcosa di nuovo e bello (che in questo momento storico, mi sembra più che azzeccato).

Se farai così con la tua città, presto vedrai nello stesso modo anche la tua vita!

Perciò rendi omaggio a ciò che è banale:

– le tazzine del caffè ☕

– i passerotti

– i tramezzini al prosciutto

– una candela che brucia

Per favore, aggiungi una voce a questa lista, lasciandola nei commenti.

Gatti e libri

“Se esistesse un decalogo del gatto d’appartamento, la prima regola reciterebbe che, quando il padrone non c’è, il felino diventa il signore indiscusso della casa, vero Mantegna?”

P. 122 di “Sulla cima del mondo”

A quasi un mese dal lancio della campagna di crowdfunding, siamo arrivati al conto alla rovescia: mancano 10 copie  all’obbiettivo!

Se vuoi conoscere le altre regole del decalogo felino, vai a questo link:

https://bookabook.it/libri/sulla-cima-del-mondo/


In foto c’è il vero Mantegna del mio cuore, è stato un amico importante per me e ho voluto ricordarlo nel mio romanzo “Sulla cima del mondo”.

Quanti scrittori e scrittrici hanno amato i gatti e e li hanno messi nei loro testi?!

Twain, Eliot, Hemingway, Dickens, Murakami, Morante …

I nostri fedeli amici sono presenti nei libri dall’antichità, ricordiamo la fiaba “Il gatto con gli stivali” al capolavoro moderno di Sepulveda “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”.

Ti piace leggere di gatti all’interno di un libro?

Ti ricordi altri esempi di gatti famosi?

Sintonizza la frequenza

Mercoledì 17 febbraio alle 21:00 parteciperò al programma radiofonico “Made in Italy” su @radio_village_network per parlare del mio libro.

A 3 settimane esatte dal lancio, la percentuale di prevendita è al 93%.

Per ascoltare la diretta vai sul sito:

http://www.radiovillagenetwork.it

oppure scarica l’applicazione gratuita di RVN

Ti aspetto!

Ti lascio il link diretto alla campagna:

https://bookabook.it/libri/sulla-cima-del-mondo/

I giorni più belli

Ho terminato il secondo libro della saga di “Anna dai capelli rossi”.

È stata una gioia incredibile poterla ritrovare; in questo libro la protagonista ha 17 anni ed è diventata una maestra elementare!

Rinnovo il mio amore per la scrittrice Lucy Moude Montgomery e ti lascio una citazioni tratta da “Anna di Avonlea”:

“Secondo me i giorni più belli e dolci non sono quelli in cui succede qualcosa di splendido o di eccitante, ma quelli che regalano tanti piccoli piaceri semplici. Sono come perle inanellate su un filo una dopo l’altra”.


Anche per te è così?

Intervista

1) Chi è Silvia De Bernardi? Parlaci un po’ di te e delle tue passioni! 3M: mamma, moglie e maestra! La mia più grande passione è leggere, perché sono curiosa per natura. La mia più grande gioia sono i miei figli: Pietro 5 anni e Mariasole 2 anni. La vita familiare e il lavoro mi completano.

2) Il tuo lavoro da insegnante ha influito sul volerti sperimentare come scrittrice? Sì, decisamente; è proprio dalla mia esperienza di facilitatrice di italiano L2 che nasce l’idea del mio primo romanzo.

3) Come nasce la tua passione per i libri? Fin da piccola mi sono stati proposti dalle mie zie (entrambe insegnanti). La scintilla è poi scoccata da adolescente quando il libro “Va dove ti porta il cuore” della Tamaro, mi fece piangere.

4) Hai qualche fonte di ispirazione, qualche autore che apprezzi particolarmente? Un’autrice che amo, è appunto la Tamaro, per il suo modo di raccontare, a mio avviso “asciutto” e diretto.

5) Quali sono le tue letture preferite? Che generi preferisci leggere? I romanzi di formazione, quelli che indagano l’animo umano e i sentimenti. Al momento sto leggendo l’intera saga di “Anna dai capelli rossi” della Montgomery, che trovo eccezionale!

6) “Sulla cima del mondo” è il primo romanzo che hai scritto o ce ne sono altri precedenti che, magari, hai conservato nel cassetto? È il primo in assoluto.

7) Come è nata l’idea per questo libro? Hai preso spunto da episodi reali o è tutto frutto della tua immaginazione? Ho preso spunto dalla mia esperienza lavorativa, ma i fatti sono inventati.

8) Come sei approdata a BookaBook Edizioni? Attraverso il concorso “Imprese narrative” indetto da Bookabook; presentai la sinossi del libro e fui scelta tra i cinque finalisti.

9) Cosa consiglieresti a chi si sta approcciando per la prima volta alla ricerca di una casa editrice? Affidarsi a una brava editor! È fondamentale che il testo sia privo di errori sostanziali, prima di essere proposto a chiunque, poi scegliere la casa editrice in base al genere del libro.

10) Hai qualche altro progetto in cantiere? Ho tanta, tantissima voglia di tornare a scrivere, perché per il momento sono concentrata sulla pubblicazione del primo libro, che è in campagna di preordine qui👇

https://bookabook.it/libri/sulla-cima-del-mondo/